• Anna

Alla ricerca dello spartito

Avere una biblioteca musicale fornita e ordinata può dare grosse soddisfazioni. Se tuttavia sei agli inizi, forse non giudichi troppo importante questo aspetto, privilegiando la praticità di trovare praticamente tutto ciò che vi serve online e a costo zero, o quasi. Spesso però mi capita di osservare che questa enorme fortuna dei nostri tempi si traduce in stampe 'volanti', disordinate, tagliate ai margini, a volte addirittura con errori o mancanze; la cosa non aiuta nemmeno a studiare, anzi contribuisce secondo me a quel diffuso trend di considerare le arie d'opera come se fossero pezzi isolati, giusto 'canzoni' totalmente sconnesse dalla forma e dalla drammaturgia dell'intero lavoro da cui sono tratte.


Sarebbe certamente un delitto non approfittare dell'enorme ricchezza e varietà di musica che possiamo trovare online, ma non priviamoci del piacere di comprare, di tanto in tanto, uno spartito e di costruire la nostra personale biblioteca un pezzo alla volta. Un libro nuovo tra le mani da aprire, sfogliare, datare, firmare, sottolineare, portare a lezione...per me è un gran bella sensazione, che arricchisce e favorisce lo studio. A un livello appena successivo c'è la consapevolezza che dare il nostro contributo per sostenere il mercato dell'editoria musicale è un passo importante per sostenere tutto il business della musica e della cultura, di cui facciamo o di cui vorremmo fare parte.

Qui di seguito le mie risorse preferite per trovare spartiti, da scaricare o da comprare:


IMSLP o Biblioteca Musicale Petrucci: sicuramente conosci già questa risorsa fondamentale per ogni musicista, ma ti sei mai preso un po’ di tempo per esplorare tutte le funzionalità e i tipi di ricerca? Per esempio la ricerca per strumentazione/genere offre molte possibilità interessanti per costruirsi un programma da concerto su misura.

Considera davvero di dare un contributo mensile o annuale: con poca spesa puoi aiutare il progetto e contemporaneamente scaricare più velocemente ciò che ti serve.


INTERNET CULTURALE: i cataloghi e collezioni digitali delle biblioteche italiane. Tutti i cataloghi della rete musicale REMI; spartiti, libretti, materiali di scena, registrazioni, foto di scena, manoscritti.


GALLICA: le collezioni digitali, consultabili e scaricabili gratuitamente, della Biblioteca Nazionale di Francia. Manoscritti, spartiti, registrazioni sonore, immagini.


Le Biblioteche dei Conservatori italiani, i cui cataloghi sono consultabili online tramite l’OPAC, il catalogo del Servizio Bibliotecario Nazionale. Tramite i servizi interbibliotecari c’è spesso anche la possibilità di far arrivare i libri nella biblioteca della tua città.


MUSIC SHOP EUROPE: un negozio online di spartiti musicali di tutti i generi. Non è l’unico, ma l’abbiamo provato di recente e ci siamo trovati bene. Spedizione gratuita in Italia sopra i 35€. Prima di acquistare online però rivolgiti a un negozio di musica o libreria indipendente della tua città, sostieni i piccoli esercenti e ottieni magari buoni consigli! :)


MUSESCORE: gratuito (la versione Basic), interessante se cercate arrangiamenti e trascrizioni. Se siete studenti di Conservatorio o professionisti cercate però altrove le edizioni originali.


SCRIBD: un sito basato sulla condivisione di documenti di vari formati. Se non trovi quello che cerchi su IMSLP (magari per motivi di diritti d’autore ancora vigenti) vale la pena di provare qui. Free trial di 30 giorni, poi a pagamento.


Su Facebook ci sono inoltri molti gruppi di libero scambio di spartiti tra iscritti. E non dimentichiamo i mercatini (fisici o online) e i negozi di usato, in Italia e soprattutto all'estero!

E tu? Hai un sistema particolare per ordinare le fotocopie? Hai un negozio di riferimento per comprare spartiti? Vuoi condividere qualche altra risorsa? Scrivici nei commenti!

24 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti